fbpx
Stiamo caricando

Occident Express

Haifa è nata per star ferma

Teatro Dadà

A proposito di questo spettacolo

Stefano Massini racconta una storia vera, un piccolo pezzo di vita che compone il grande mosaico dell’umanità in cammino. Ottavia Piccolo ed Enrico Fink raccolgono la sfida di mettere in scena questo testo. Occident Express è il diario di una fuga, un frammento del nostro tempo. Haifa non sceglie di mettersi in cammino: qualcosa di più grande decide per lei, obbligandola a lasciarsi tutto alla spalle. Una donna con i capelli bianchi costretta a tagliare il filo della sua esistenza, mettendosi alla ricerca di una meta, di un approdo. Un tempo sua sorella le diceva: «Tu Haifa sei nata per star ferma» e lei faceva sì con il mento. Adesso fuggire è tutto. Dalle terre aride di Hulalyah, nel nord dell’Iraq, risalendo l’Europa fino ai ghiacci del Mar Baltico, Haifa strappa con i denti una tappa dopo l’altra. Un’Odissea del Terzo Millennio, un racconto spietato fra parole e musica, senza un attimo si sosta: la terribile corsa per la sopravvivenza.

Dati artistici

scritto da Stefano Massini
uno spettacolo a cura di Enrico Fink e Ottavia Piccolo
musica composta e diretta Enrico Fink
con Ottavia Piccolo e l’Orchestra Multietnica di Arezzo
produzione Teatro Stabile dell’Umbria/Officine della Cultura

foto di Botticelli

Ancora più Teatro?

Questo spettacolo è parte dei seguenti abbonamenti:

Prosa 7 Prosa+2

Se ti piace Occident Express ti suggeriamo anche:

08/12/2019
Teatro Storchi – Modena
In un mondo distopico, sono banditi tutti gli specchi: più che l’autocelebrazione, a essere distrutta è l’idea stessa di identità
17/02/2020
Teatro Dadà
Parabola antica e attuale tesa da Brecht per affrontare il tema della bontà e della cattiveria, della sopraffazione e della solidarietà
04/04/2020
Teatro Dadà
Alessandro Bergonzoni alle prese con le sue peripezie: linguistiche, ritmiche, comiche – certamente – ma anche profondamente serie

SOSPESO // Animalesse

Storie di animali in prosa, in poesia, in musica
20/04/2020
Teatro Dadà
Lucia Poli porta avanti il vivace dialogo tra Teatro e Letteratura, con una curiosa – e divertentissima! – pièce “per sole donne”

La più lunga ora

Ricordi di Dino Campana e Sibilla Aleramo
27/10/2019
Teatro Dadà
Tra le pareti del manicomio, il poeta di Marradi passa in rassegna la sua vita e la scrittura della sua tormentata opera