fbpx
Stiamo caricando

Stagione 21/22: LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE AL TEATRO DADÀ

Il teatro Dadà è interessato da un importante intervento che riguarda l’intera struttura, volto a una globale riqualificazione energetica dell’intero stabile e il rifacimento dell’area esterna. L’investimento complessivo di 850mila euro, prevede anche il miglioramento degli spazi interni, per migliorare la qualità dei locali e ampliare la stagionalità del teatro, perché possa essere vissuto, anche nelle stagioni più calde attraverso nuove iniziative.
Il complesso intervento di recupero e rifunzionalizzazione avviato prima dell’estate ha quindi un duplice obiettivo: rispetto all’aspetto esterno, creare le condizioni affinché il teatro dialoghi in modo armonioso con gli spazi cittadini sui quali si affaccia. Rispetto agli interni, fare degli spazi destinati al pubblico e alla produzione artistica luoghi che coniughino efficienza, accoglienza e grande fruibilità.
Come per tutte le comunità cittadine, per Castelfranco Emilia l’avvio della stagione 2021-2022 coincide con una fase che tutti noi ci auguriamo essere di rinascita e ripresa delle attività culturali, di occasioni per ritrovarci e ritrovare spazi e momenti di crescita e relazioni.
E il Teatro Dadà tornerà a svolgere la funzione che la città gli riconosce: quello di spazio di promozione e diffusione della cultura attraverso la rappresentazione e il linguaggio teatrale. E lo farà, grazie alla consolidata partnership istituzionale con ERT, individuando nuove ed efficaci forme di dialogo con la comunità castelfranchese e, più in generale, con il territorio più vasto che nella città può riconoscere un punto di riferimento culturale.
In fondo, in gioco c’è la città del futuro, nella quale lo spazio teatrale dialoga con lo spazio cittadino, nella quale il sistema teatro entra a pieno titolo nel tessuto urbano.
I mesi che ci attendono vedranno quindi il Comune ed ERT impegnati sia nella programmazione che il nuovo teatro accoglierà sia nella progettazione di nuove forme di dialogo con la città attraverso forme, linguaggi e spazi per certi aspetti inediti.

Leonardo Pastore
Assessore alla Cultura del Comune di Castelfranco Emilia