fbpx
Stiamo caricando

La guerra

Teatro Dadà

A proposito di questo spettacolo

Scritta da Carlo Goldoni nel 1760, La guerrasi svolge nel corso di un assedio: il drammaturgo osserva quasi “al microscopio” gli atteggiamenti degli assedianti, nella claustrofobica attesa. Un’umanità che vive in una dimensione atemporale, fra irresponsabilità fanatica e snervante attesa del combattimento.
Goldoni denuncia come la guerra sia soprattutto un grande affare, dimostrando una sorprendente modernità di pensiero. E se le battute e i tormentoni dell’avido Commissario Don Polidoro – che sulle miserie dell’assedio cinicamente si arricchisce – da un lato fanno sicuramente divertire il pubblico (rasserenato peraltro da una pace che nel finaleriunisce gli amanti e punisce i colpevoli), dall’altro accendono negli spettatori una luce critica, un campanello d’allarme che evocherà ben più pericolose battute: magari inquietudini di brechtiana memoria, o attualissimi echi delle voci di chi lucra vendendo armi a paesi in guerra o ride prevedendo gli affari che si possono concludere sulle macerie di un terremoto.

Dati artistici

di Carlo Goldoni
regia Franco Però
con gli attori della Compagnia del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia
Filippo Borghi, Romina Colbasso, Emanuele Fortunati, Ester Galazzi, Andrea Germani, Riccardo Maranzana, Francesco Migliaccio, Maria Grazia Plos
e con Giulio Cancelli, Adriano Giraldi (attori ospiti)
e la partecipazione di Mauro Malinverno
fisarmonicista Mitja Tull
scene e costumi Andrea Viotti
luci Alessandro Macorigh
produzione Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia

 

foto di Simone Di Luca

Ancora più Teatro?

Questo spettacolo è parte dei seguenti abbonamenti:

Prosa 7 Prosa+2

Se ti piace La guerra ti suggeriamo anche:

14/04/2019
Teatro Storchi – Modena
Umberto Orsini dà voce a Ibsen: una storia segnata da una grande carica erotica e da uno spregiudicato esercizio del potere

Riccardo3

L’avversario
20/11/2018
Teatro Dadà
Una riflessione sul male e le sue innumerevoli identità. Riccardo III oggi, demone recluso e indomito

Dio ride

Nish Koshe
05/12/2018
Teatro Dadà
Una zattera trasporta 7 vagabondi, 5 musicanti e un narratore che racconta storie di gente esiliata
dal 13/02/2019
al 14/02/2019
Teatro Dadà
15/02/2019
Teatro Dadà
Le storie di tanti personaggi ai margini del tessuto sociale, raccontate con irruente sensibilità da Ascanio Celestini